La produzione di oppio in Afghanistan


Posted May 19, 2022 by comunicatifirenze

Cosa è successo alla produzione di oppio negli ultimi 21 anni in Afghanistan? Ci saremmo aspettati una diminuzione, e invece…
 
Nel 2001 gli USA hanno occupato militarmente l’Afghanistan. I Talebani hanno resistito in alcune aree ristrette, con limitate possibilità di comunicazione e approvvigionamento. Era ragionevole aspettarsi che la produzione di oppio, relegata in remote valli sotto il controllo talebano, sarebbe crollata.
Invece, dal 2001 ad oggi, le coltivazioni di oppio sono aumentate del 340%. Gli Usa hanno speso quasi di 9 miliardi di dollari per arginare la coltivazione di papavero, evidentemente senza risultati. Non era certo uno fra gli obiettivi prioritari, gli USA erano lì per la lotta la terrorismo. Ma qualsiasi cosa sia stata fatta, avuto esito contrario agli intenti.
Sono stati dati 1,4 miliardi per lo sviluppo delle coltivazioni sostitutive come grano o zafferano, ma il sospetto e che questi soldi siano in qualche modo andati a finanziare i Talebani e molte altre organizzazioni dedite al traffico di stupefacenti. Anche la Gran Bretagna ha tentato di sopprimere le coltivazioni di oppio, ma con risultati fallimentari.
L’effetto finale è che negli ultimi 20 anni il pianeta è stato inondato da oppiacei di ogni genere, da quelli illegali a quelli legali: c’è stato infatti un aumento enorme delle morti per overdose di eroina, fentanyl e molti altri derivati legali e illegali dell’oppio.
“Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e l’abuso di farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o si abusi di alcool. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo.
Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono anche nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.
Per maggiori informazioni, www.noalladroga.it
La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”
Giovanni Trambusti
“Mondo Libero dalla Droga” Toscana
-- END ---
Contact Email [email protected]
Issued By Giovanni Trambusti
Country Italy
Categories Education
Last Updated May 19, 2022