In quasi il 40% degli incidenti aerei mortali il pilota aveva assunto droghe


Posted February 3, 2022 by comunicatifirenze

Molti farmaci considerati innocui sono in realtà droghe, e possono indurre sonnolenza o annebbiare i sensi. Un indagine negli USA ha rilevato che alcuni piloti di aerei usano abitualmente questi farmaci o altre droghe illegali.
 
Il “National Transportation Safety Board” degli USA ha appena terminato uno studio sui piloti rimasti morti in incidenti aerei, per determinare quanti avevano usato droghe.
I risultati mostrano che la percentuale di piloti statunitensi morti dopo aver usato uno o più droghe è salita da meno del 10% nel 1990 al 39% nel 2012. Si è anche scoperto che molti piloti avevano più di una droga nei loro corpi.
La droga più comune è risultata un farmaco legale, un antistaminico che viene utilizzato come sedativo o coadiuvante del sonno. Il numero di piloti che avevano usato illecite è piccolo, ma il numero che usava marijuana (che è ancora una droga illecita nella maggior parte degli stati USA) è aumentato, soprattutto negli ultimi dieci anni. Il quattro per cento dei piloti uccisi negli incidenti faceva uso di droghe illecite.
Questo studio non fornisce direttamente informazioni sull’uso di droghe illecite negli Stati Uniti, ma fa riflettere sulla tendenza degli americani a usare droghe e guidare mezzi di trasporto da cui dipende la vita loro e quella di altre persone.
Un fattore che ha contribuito a questo aumento potrebbe essere la pubblicità dei farmaci in TV. Dopo che fu proibito fare pubblicità al tabacco, nel 1997 divenne legale per le aziende farmaceutiche pubblicizzare i propri prodotti. E, guarda caso, il numero di prescrizioni pro capite negli USA iniziò a salire.
Tornando allo studio in questione, il 90% dei piloti testati erano di "aviazione generale", il che significa che non stavano operando voli commerciali.
Nelle nostre attività quotidiane, la massima sicurezza è determinata dall'assenza di droghe. Dall'educazione dei figli alla guida di un'auto al pilotare un aereo, la sobrietà è la migliore garanzia di una vita sicura e piacevole.
“Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e l’abuso di farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o si abusi di alcool. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo.
Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono anche nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.
Per maggiori informazioni, www.noalladroga.it
La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”
Giovanni Trambusti
“Mondo Libero dalla Droga” Toscana
-- END ---
Contact Email [email protected]
Issued By Giovanni Trambusti
Country Italy
Categories Education
Last Updated February 3, 2022